gear gear gear

facebook instagram twitter youtube linkedin issuu wikipedia tripadvisor izi.TRAVEL GoogleArtsmini

Motore aeronautico Le Rhone Type J By
1917 - 1918



99

Note Storiche

Il motore aeronautico Le Rhône Type J, prodotto dall’azienda francese Société des Moteurs Gnome et Rhône, è stato largamente impiegato, a partire dal 1914, in numerosi velivoli francesi e britannici nel corso della Prima Guerra Mondiale. Lo stesso motore è stato prodotto su licenza anche in altri paesi; in Italia dalla Società Italiana Motori Gnome e Rhône (SIMGER) di Torino per equipaggiare gli aerei della Nieuport costruiti su licenza dalla Macchi per il Corpo Aeronautico Militare. Tra questi il Nieuport-Macchi 17, uno dei velivoli utilizzati da Francesco Baracca. Fino al termine del primo conflitto mondiale il motore è stato oggetto di continui sviluppi, con varie versioni costruttive; l’ultima e più potente è stata la Type J By, dotata di pistoni in alluminio. Il motore è di tipo rotativo con cilindri radiali: l’albero a gomiti è solidale al telaio del velivolo ed il blocco dei cilindri ruota attorno ad esso azionando l’elica, cui è direttamente connessa. Questo schema costruttivo, introdotto in campo aeronautico nel 1907 dai fratelli francesi Luis e Laurent Seguin con il motore Gnôme Omega, è stato largamente impiegato dal 1908 al 1918 da molti costruttori. Grazie a questo sistema era possibile ottenere un efficace raffreddamento ad aria del motore (problema particolamente gravoso in quel periodo), a vantaggio della affidabilità e della leggerezza costruttiva. L’effetto giroscopico dovuto alla massa rotante cilindri-elica comportava delle difficoltà nel controllo del velivolo, anche se i piloti più esperti riuscivano a trarne vantaggio per realizzare una stretta virata. Al termine della Prima Guerra Mondiale, i motori rotativi sono stati abbandonati a favore di quelli con cilindri radiali fissi, poiché lo schema rotativo poneva severi limiti ad ulteriori sviluppi (rispetto ai motori convenzionali) e l’effetto ventilante non era più necessario grazie allo sviluppo di altre caratteristiche costruttive.


Scheda tecnica

CostruttoreSociété des Moteurs Gnome et Rhône, Parigi, Francia, dal 1917 al 1918
TipoJ By
ProgettistaLouis Verdet
Descrizionemotore aeronautico rotativo con 9 cilindri a stella, supporti di banco con cuscinetti a sfere, blocco motore e cilindri in acciaio, pistoni in alluminio
Corsa170 mm
Alesaggio112 mm
Cilindrata15074 cm³
Rapporto di compressione5.0
Potenza130 CV a 1350 giri/minuto (potenza massima sul livello del mare)
Consumo specifico375 g/CV/h
Potenza specifica8.6 CV/litro
Sistema di distribuzione2 valvole in testa in ogni cilindro, comandate da aste e bilancieri (ogni bilanciere comanda alternativamente la valvola di scarico e quella di aspirazione
Sistema di alimentazionea benzina con un carburatore monocorpo orizzontale, dotato di valvola di regolazione a saracinesca
Sistema di accensioneuna candela per cilindro alimentata un magnete distributore ad alta tensione
Sistema di raffreddamentoad aria
Sistema di lubrificazioneforzato, con una pompa a stantuffo
Diametro970 mm
Lunghezza850 mm
Massa132 kg
Rapporto massa/potenza1.0 kg/CV


Applicazioni

SPAD Herbemont

Hanriot HD.1 (caccia)

Morane-Saulnier AC

Nieuport 23, 24 e 27 (caccia)

Login
Realizzazione sito: Pasquale Pillitteri