gear gear gear

facebook instagram twitter youtube linkedin issuu wikipedia tripadvisor izi.TRAVEL GoogleArtsmini

Motore a vapore navale
Fine '800



46

Note Storiche

Questo motore a vapore, risalente alla fine del XIX secolo, è il reperto più antico della collezione dei motori navali del Museo. Sebbene non sia nota con esattezza la sua origine, le caratteristiche di vari elementi indicano una probabile costruzione inglese. Il motore è realizzato secondo uno schema costruttivo ampiamente usato in ambito navale fino ai primi decenni del ‘900, in cui il blocco dei cilindri è collegato al basamento tramite tiranti e supporti interconnessi. Ciò consentiva la realizzazione di una struttura molto più leggera e accessibile per le attività di manutenzione, rispetto a quella tipica dei motori stazionari, in cui cilindri e basamento sono fusi in un unico blocco. Il motore ha due cilindri con stantuffi a doppio effetto e il loro diametro è differente poiché la macchina è dotata di sistema di alimentazione a doppia espansione. Questa avviene in modo frazionato: la prima parte nel cilindro di alta pressione, a partire a partire dal valore presente nel generatore di vapore; la seconda parte nel cilindro di bassa pressione, dal valore di scarico del precedente cilindro fino quello dell’ambiente esterno o del circuito di condensazione (se presente). Tali caratteristiche, diffuse anche in ambito ferroviario, consentivano una notevole riduzione degli ingombri a parità di cilindrata e di pressione dell’impianto di alimentazione. Il motore è dotato di un sistema di regolazione di tipo Stephenson, che agisce sulla fasatura della distribuzione per variare in modo rapido ed efficiente la potenza erogata e il verso di rotazione della macchina, evitando l’utilizzo di un inversore meccanico tra il motore e l’elica di propulsione. Sebbene in passato questi motori siano stati prodotti in grandi quantità, solo pochi esemplari di tali dimensioni sono sopravvissuti fino ad oggi e sono oggetto di interesse collezionistico, soprattutto nei paesi anglosassoni.  

Clicca qui per ascoltare l’audioguida su izi.TRAVEL


Scheda tecnica

Costruttoresconosciuto, fine XIX secolo
Descrizionemotore a vapore navale con due cilindri in linea a doppio effetto, con due stadi di espansione del vapore
Corsa160 mm
Alesaggio181 mm (cilindo alta pressione), 321 mm (cilindro bassa pressione)
Cilindrata34113 cm³
Potenzacirca 50 CV a 350 giri/min con pressione di alimentazione di 10 bar
Sistema di distribuzionecon due cassetti distributori (alta e bassa pressione), comandati tramite sistema di azionamento di tipo Stephenson, utilizzato come sia come regolatore di carico sia come inversore di marcia
Sistema di alimentazionea vapore, pressione massima circa 10 bar
Sistema di lubrificazionecon oliatori singoli


Applicazioni

Piccole imbarcazioni a motore come yacht, rimorchiatori e pescherecci.

Login
Testi e immagini di Giuseppe Genchi
Sito realizzato da Pasquale Pillitteri